Omis'(Almissa) non è certo una delle località più famose della costa dalmata meridionale, ma merita assolutamente una visita... anche perchè è l'unica in cui la pur più che pregevole "vista mare" letteralmente scompare rispetto a quanto si trova nel suo immediato entroterra.
Omis’ (Almissa) è situata sulla costa ad una ventina di km a sud-est di Spalato, quindi più o meno alla stessa distanza, ma in direzione opposta alla ben più famosa Trogir, tanto è vero che si vuole porre le due cittadine come terminali della costruenda tangenziale .
Omis’ comunque, per quanto assolutamente non paragonabile a quest’ultima per monumentalità e bellezza artistica, dispone di tutta una serie una serie di buoni motivi per meritare comunque una visita.
Antico municipio romano e poi rifugio di pirati, Omis’ unisce in se’ infatti diversi caratteri, da un lato come capoluogo dell’omonima Riviera è un centro balneare molto vivo, con una bella spiaggia bianca appena fuori dell’ abitato, e tante, forse troppe pensioncine e appartamenti per i turisti.
Dall’altro la sua storia affascinante e turbolenta ha lasciato tracce nelle sue due fortezze, Mirabella (Peovica), sopra l’abitato e la spettacolare Fortica, un nido d’aquila(311m/slm) abbarbicato al sommo della rupe che sovrasta la cittadina, nelle chiese, nei resti del Fos’al, la vecchia cinta di mura, ma soprattutto in una serie di angoli molto particolari e pittoreschi, il lungofiume, la vecchia Konoba, la piazzetta dell’albero di giuggiole e le strane fontane pubbliche a forma di bacini concentrici sovrapposti.
A rendere però indimenticabile una visita a questa cittadina è però il paesaggio del suo immediato entroterra: Omis’ sorge infatti sull’estuario del fiume Cetina, uno dei maggiori della Dalmazia. Per giungere finalmente a questo sbocco la Cetina ha dovuto però scavarsi una stretta via tra le rupi che sovrastano la città e ancor prima fendere con spettacolari canyon e cascate la strada che dagli altopiani dalla Krajna, dove nasce, la conduce fino alla sua meta.
Culmine di tutto questo, la splendore della vallata che si allarga proprio dietro le rupi di Omis’, ed in cui sembra quasi che la Cetina si distenda anch’essa, a riprender forza del lungo tragitto, nella bellezza da lei stessa creata, prima di reimmettersi con rapidissimo corso nel profondo e dritto canale dell’estuario.
(ORIGINE: guide.supereva.it)

  • Vacanze a Omis, Croazia - A proposito di Omis - Foto 1
  • Vacanze a Omis, Croazia - A proposito di Omis - Foto 2